TAPPA 2

Villa Manin

Piazza Manin 10
Passariano
www.villamanin.it
Condizioni di visita: attualmente la villa è in fase di restauro. Ingresso gratuito fino al termine dei lavori per le parti visitabili

Nella bassa friulana, costellata di distese di campi che si alternano a vigneti e solcata da corsi d’acqua che senza fretta si dirigono verso il mare, appare questa maestosa villa appartenuta alla famiglia Manin, giunta in Friuli dalla Toscana nel Trecento e divenuta talmente influente nella storia della regione da essere ammessa nel Seicento al Patriziato veneziano con diritto di voto nel Maggior Consiglio. In questo periodo inizia la costruzione della monumentale Villa Manin, portata a compimento nelle prime decadi del Settecento, che si compone di un edificio principale a tre piani delimitato da due barchesse sovrastate da statue, destinate a ospitare le cantine, i granai e le scuderie. Semplicemente fantastica è la grandiosa esedra porticata che, diretto proseguimento delle barchesse, abbraccia un vasto spazio erboso costituendo un tutto armonico con la villa. Cotanta bellezza prosegue negli interni, riccamente affrescati da Ludovico Dorigny, uno dei pittori più richiesti tra Sei e Settecento, impreziositi da stucchi settecenteschi, maestosi lampadari in vetro di Murano, scene mitologiche alle pareti. Parte integrante dell’imponente complesso è l’ampio parco, progettato seguendo i criteri dell’architettura dei giardini dell’epoca, che conserva rare specie botaniche, alberi centenari, ma anche laghetti, colline e gruppi scultorei di soggetto mitologico.

Pianifica il tuo viaggio

Iscriviti alla newsletter e partecipa alla community

Tienimi aggiornato

Partner

Touring Club Italiano
WWF
Slow Food Italia

Iniziativa in collaborazione con

Ministero della Cultura
UNESCO