TAPPA 1

Isole Tremiti

AZIENDA AUTONOMA DI SOGGIORNO E TURISMO TERMOLI
Piazza Bega 42
Tel. 0875703913
info@termoli.net
www.termoli.net

INFO POINT PESCHICI
Via Magenta 3
Tel. 0884964966
info.peschici@viaggiareinpuglia.it
infopointpeschici.wordpress.comwww.facebook.com/InfopointPeschici


INFO POINT VIESTE
Piazza J.F. Kennedy 13
Tel. 0884708806,
www.facebook.com/infopointVieste

Per informazioni e orari dei traghetti dal porto di Termoli: www.navlib.itwww.tirrenia.it

L’arcipelago delle Tremiti, posto a nord del Promontorio del Gargano all’altezza della Laguna di Lesina e a circa 22 km dalla costa, è tutelato dal 1989 da una Riserva Naturale Marina, confluita poi nell’Area Marina Protetta all’interno del Parco Nazionale del Gargano. Dell’arcipelago fanno parte il grosso scoglio del Cretaccio e quattro isole principali: San Domino, rinomata per la bellezza delle coste e la vegetazione lussureggiante, è la più grande; San Nicola, che ospita l’unico abitato, con l’antica fortezza e le annesse strutture abbaziali; Capraia (o Caprara), brulla e disabitata, nota per la ricchezza dei suoi fondali; Pianosa, quasi al confine con le acque internazionali, è riserva marina integrale. Acque cristalline, una lussureggiante vegetazione subacquea, una fauna marina varia e consistente e relitti di varie epoche inghiottiti nei secoli dal mare fanno dei profondi e rocciosi fondali delle Tremiti una tra le mete più ambite per il diving nel Mediterraneo, adatta a differenti livelli di competenza, dai principianti ai più esperti. Porte d’accesso all’arcipelago sono i porticcioli di San Domino e San Nicola, collegati alla Puglia, al Molise e all’Abruzzo con traghetti e aliscafi. Sulle isole ci si sposta a piedi perché ai turisti non è consentito l’uso di automobili, mentre fra un’isola e l’altra si può contare su un frequente servizio navetta.

Pianifica il tuo viaggio

Iscriviti alla newsletter e partecipa alla community

Tienimi aggiornato

Partner

Touring Club Italiano
WWF
Slow Food Italia

Iniziativa in collaborazione con

Ministero della Cultura
UNESCO