TAPPA 2

Isola di San Domino

L’isola più grande dell’arcipelago (2,8 km di lunghezza, 1,7 km di larghezza; massima elevazione 116 m) è sostanzialmente diversa dalle altre per la splendida morfologia delle coste, per la lussureggiante vegetazione e per l’insediamento turistico. Lo sbarco avviene presso Cala delle Arene, da dove sale una strada che, attraverso la pineta distesa su gran parte dell’isola, porta al paese. Tra le insenature più affascinanti, raggiungibili a piedi o con escursioni in barca, ci sono appunto Cala delle Arene, l’unica spiaggia sabbiosa dell’arcipelago, Cala Matano, la Cala del Bue Marino, chiusa dall’Architiello di roccia, la Cala degli Inglesi e quella di Tramontana. Splendide le cavità naturali che si aprono lungo la costa: la Grotta delle Viole, così chiamata per i riflessi che l’acqua acquista nelle prime ore del giorno, la Grotta del Bue Marino, dove un tempo viveva la foca monaca, e quella delle Rondinelle. Spettacolari i Pagliai, scogli simili a grossi covoni di paglia.

Pianifica il tuo viaggio

Iscriviti alla newsletter e partecipa alla community

Tienimi aggiornato

Partner

Touring Club Italiano
WWF
Slow Food Italia

Iniziativa in collaborazione con

Ministero della Cultura
UNESCO