TAPPA 2

Cortona

INFO CORTONA – UFFICIO TURISTICO
Piazza Signorelli 9
Tel. 0575637274
infocortona@comune.cortona.ar.it
www.comunedicortona.it/turismo-e-cultura

A dominare l’antica Val di Chiana, la città etrusca di Cortona fu una delle più importanti dell’epoca, e tracce del suo glorioso passato sono ben visibili nella cinta di mura antiche, di cui si conservano porte del V secolo prima di Cristo, e nei preziosi reperti del suo museo. A Cortona nacque e morì Luca Signorelli, uno dei maggiori esponenti della pittura rinascimentale. Al centro della cittadina si trova il complesso delle due Piazze Signorelli e della Repubblica. Nella prima si trova Palazzo Casali, con una bella facciata quattrocentesca, dove ha sede il Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona. In Piazza della Repubblica invece si fronteggiano il Palazzo del Popolo e il Palazzo Comunale. Domina la parte più alta di Cortona la medicea Fortezza del Girifalco.

DUOMO DI SANTA MARIA ASSUNTA
Piazza del Duomo
Tel. 057562830 (Museo diocesano)Apertura: lunedì- domenica 10-18
La costruzione, al margine delle antiche mura di origine etrusca, dalle quali si gode uno splendido panorama, sostituì nel Quattrocento la precedente Pieve, le cui tracce, come un pilastro e un capitello, si scoprono inglobate nella facciata. L’interno, articolato su tre navate, conserva numerose opere d’arte tra cui grandi tele della scuola di Luca Signorelli.

MAEC (MUSEO DELL’ACCADEMIA ETRUSCA E DELLA CITTÀ DI CORTONA)
Piazza Signorelli 9
Tel. 0575630415- 0575637235
info@cortonamaec.org
www.cortonamaec.org
Apertura: aprile-ottobre, lunedì- domenica 10-19; novembre-marzo, martedì-domenica 10-13 e 14- 17
Condizioni di visita: ingresso a pagamento

Nelle sale del Museo dell’Accademia Etrusca della Città di Cortona si trovano importanti reperti d’epoca etrusca – come il lampadario di bronzo trovato nelle campagne circostanti nel 1840, collezioni di bronzi e ceramiche – e romana, oltre a notevoli opere come la Madonna col Bambino in trono di Pietro da Cortona, del 1612. Da notare l’imponente Salone Mediceo, ambiente di rappresentanza dell’Accademia, e la Sala Ginori, dove si ammira il Tempietto Ginori di porcellana bianca e celeste, risalente al 1750. Il collegato Museo della Città Etrusca e Romana conserva una delle collezioni più importanti d’Italia dedicate alla cultura e all’arte preromane. I corredi funerari più ricchi provengono dal Tumulo di Camucia e dai Tumuli del Sodo, che hanno conservato sorprendenti lavori di oreficeria lavorati a sbalzo, preziosamente ornati con cristallo di rocca e ambra. La Tabula Cortonensis, un’imponente lastra in bronzo del III secolo a.C., è il terzo testo etrusco al mondo per lunghezza. 

CHIESA DI SAN FRANCESCO
Via Santucci
Tel. 0575603205
Apertura: lunedì- domenica 9-18
Condizioni di visita: ingresso libero

La costruzione dell’antica Chiesa venne iniziata, secondo la tradizione, da Frate Elia, che fu anche il fondatore della Basilica di Assisi. Della sua struttura originaria rimangono solo un ampio portale sulla facciata spoglia e il lato sinistro. All’interno si conservano alcune opere d’arte, tra cui il reliquiario della Croce Santa, chiuso da uno sportello bizantino miniato del X secolo.

Pianifica il tuo viaggio

Iscriviti alla newsletter e partecipa alla community

Tienimi aggiornato

Partner

Touring Club Italiano
WWF
Slow Food Italia

Iniziativa in collaborazione con

Ministero della Cultura
UNESCO