TAPPA 3

Codroipo

www.turismofvg.it/codroipo

PARCO DELLE RISORGIVE
www.turismofvg.it/giardini-e-parchi/parco-delle-risorgive-di-codroipo
Condizioni di visita: ingresso gratuito

È una vivace cittadina a circa 6 chilometri dalla riva orientale del Tagliamento e a ridosso del Parco delle Risorgive, zona umida protetta di estremo valore naturalistico e di biodiversità, attraversata da sentieri e ponti percorribili a piedi o in bici e attrezzata per le escursioni delle famiglie, con aree di sosta e per i giochi dei bambini. Le origini di Codroipo sono assai remote: zona di castellieri nell’età del Bronzo, assunse importanza strategica all’epoca della fondazione della colonia di Aquileia (181 a.C.) col nome “Quadruvium”, letteralmente “incrocio viario” a indicare la sua posizione di rilievo per mercanti e soldati all’intersezione tra la consolare Via Postumia e la strada che da Concordia Sagittaria saliva verso le Alpi fino al Norico (l’area che oggi comprende Austria, Germania e Slovenia). Dominata dai conti di Gorizia a partire dal XII secolo poi, nel 1420, passata sotto l’influenza della Serenissima, Codroipo accrebbe la sua importanza per la prossimità di Villa Manin, divenuta quartier generale di Napoleone dopo la sconfitta inflitta alla Repubblica di Venezia e, nel 1797, luogo dove fu firmato il Trattato di Campoformio che decretò la fine degli undici secoli di splendore del dominio veneziano in Friuli. Nel centro ben conservato di Codroipo spicca la parrocchiale dell’Assunta, ricostruita nelle forme attuali tra il 1731 e il 1743 su un impianto molto più antico che si fa risalire al V secolo. Numerose le opere di pregio custodite al suo interno, tra cui un Crocifisso ligneo del XVI secolo, con il quale venivano accompagnati al patibolo i condannati a morte della Serenissima.

Pianifica il tuo viaggio

Iscriviti alla newsletter e partecipa alla community

Tienimi aggiornato

Partner

Touring Club Italiano
WWF
Slow Food Italia

Iniziativa in collaborazione con

Ministero della Cultura
UNESCO