TAPPA 2

Basilica di Santa Croce

Piazza Santa Croce 16
Firenze
www.santacroceopera.it
Condizioni di visita: ingresso a pagamento

Nella piazza luminosa ed elegante svetta solenne: è la Basilica di Santa Croce, custode da secoli di grandi vicende e di bellezza. Tra queste mura maestose sono sepolte le famiglie storiche fiorentine e si svelano le memorie di alcuni episodi cruciali per la città, come la tremenda alluvione del 1966 i cui segni sono ancora visibili nei chiostri. E pensare che quando è stata fondata, agli inizi del XIII secolo, Santa Croce non era che una chiesa conventuale di francescani appena fuori le mura cittadine e non certo lo scrigno di capolavori che è diventato nel tempo. La basilica non appartiene più solo a Firenze, ma è un luogo di tutti gli italiani, visto che qui riposano Machiavelli e Rossini, Michelangelo, Foscolo e Alfieri, in un’ideale galleria di personaggi che hanno fatto la storia del nostro Paese. Come Galileo che ha trovato qui la sua pace, non senza fatica. Alla sua morte nel 1642, la tomba fu collocata in una piccola cappella laterale poco visibile: il Tribunale dell’Inquisizione lo aveva pur sempre condannato e non sarebbe stato opportuno celebrarlo troppo. Ci vollero quasi cent’anni perché a Galileo fosse dedicato un monumento funebre degno della sua grandezza.

Pianifica il tuo viaggio

Iscriviti alla newsletter e partecipa alla community

Tienimi aggiornato

Partner

Touring Club Italiano
WWF
Slow Food Italia

Iniziativa in collaborazione con

Ministero della Cultura
UNESCO