Itinerario

Vimercate. Museo all’aperto

in collaborazione con Touring Club Italiano

Un tour alla scoperta di Vimercate, operosa cittadina brianzola che nel tempo ha conservato un patrimonio storico e artistico di grande valore. S’inizia dalla centralissima Via Vittorio Emanuele II che porta alla neoclassica Villa Sottocasa, oggi sede del MUST, Museo del Territorio Vimercatese, e si prosegue per i vicoli del centro storico su cui si affacciano prestigiosi edifici religiosi e civili come Palazzo Trotti e la Collegiata di Santo Stefano, fino ad arrivare al Ponte di San Rocco sulla Mòlgora, unico esempio lombardo di viadotto fortificato medievale. L’itinerario prosegue nella frazione rurale di Oreno, dove l’architettura dei secoli passati mostra i suoi fasti nel chiostro del Convento di San Francesco e nelle aristocratiche ville, tra cui spicca Villa Gallarati Scotti, splendido esempio di Barocco lombardo.

Un itinerario tra le strade e le piazze di Vimercate, attiva cittadina del Ducato di Milano famosa per le sue antiche ville patrizie riservate agli ozi della villeggiatura, ma anche per le manifatture tessili sorte a partire dall’Ottocento lungo le rive del Lambro, del Mòlgora e dell’Adda, e per le più recenti imprese a tecnologia avanzata operanti nel campo dell’elettronica e dell’informatica. Percorrendo la centrale Via Vittorio Emanuele II, ci si trova di fronte all’ingresso della neoclassica Villa Sottocasa, che emerge tra gli edifici per l’elegante impianto a U disposto intorno al cortile d’onore. I suoi eclettici ambienti ospitano oggi il MUST, Museo del Territorio Vimercatese, che indaga la storia della cittadina tra passato e presente con un allestimento accattivante e attuale. La passeggiata tra i più prestigiosi edifici della città prevede una sosta davanti allo storico Palazzo Trotti, sede del Municipio, e alla Collegiata di Santo Stefano, fulcro della vita religiosa cittadina. Si giunge quindi al Ponte di San Rocco, che scavalca con le sue quattro arcate le acque del torrente Mòlgora, e conserva, superbo, parte della fortificazione medievale in origine collegata alla cinta muraria. L’itinerario si conclude nella frazione rurale di Oreno, dove diverse corti coloniche si dispongono intorno alla grandiosa, barocca Villa Gallarati Scotti, disegnata a inizi Settecento dal conte Giovanni Battista Scotti e rimodellata in stile neoclassico alla fine del secolo dagli architetti Simone Cantoni e Gioachino Crivelli. La storia del Convento di San Francesco è racchiusa infine tra le ariose ed eleganti arcate del chiostro, tuttora pervase da una raccolta e ieratica atmosfera di pace.

Approfondisci+

Pianifica il tuo viaggio

Iscriviti alla newsletter e partecipa alla community

Tienimi aggiornato

Partner

Touring Club Italiano
WWF
Slow Food Italia

Iniziativa in collaborazione con

Ministero della Cultura
UNESCO