Itinerario

Oasi di Ca Brigida

in collaborazione con WWF

Oasi di Ca’ Brigida si estende per circa 12 ettari sui due versanti del Rio Felisina, tributario di destra del fiume Marecchia, nel comune di Verucchio (RN). Situata nella media collina, presenta ambienti caratterizzati da vegetazione boschiva di fondovalle e di versante, alternata a siepi, incolti in evoluzione e piccole aree a suolo umido. Sono presenti rimboschimenti a latifoglie e aghifoglie e il parco con piante esotiche presso Cà Brigida. Per la presenza di specie di interesse comunitario è stato richiesto l’inserimento dell’Oasi nel SIC “Torriana, Montebello, Fiume Marecchia”.

AMBIENTE, FLORA E FAUNA

All’interno dell’Oasi la vegetazione ripariale è distribuita a galleria lungo il Rio Felisina; comprende varie specie igrofile e mesofile tra le quali il pioppo nero, il salice bianco, il nocciolo, la carice pendula, il luppolo comune. Il sottobosco, ricco di nutrienti, favorisce specie come la consolida maggiore, il cerfoglio, la polmonaria oltre a felci ed equiseti. Il bosco del versante destro mostra caratteri termofili e mediterranei, con roverella, coronilla, viburno tino, alaterno e clematide paonazza. Sono presenti varie specie di orchidee spontanee. Gli incolti in evoluzione si presentano particolarmente ricchi di specie erbacee tra le quali la nepetella, il cardo mariano, la verga d’oro, la securidaca, il fiordaliso stoppione, l’enula aspra. Il Rio Felisina è sito di riproduzione di anfibi, in particolare della rana agile e di una ricca popolazione di rospo comune. I rettili comprendono il colubro di esculapio, il biacco, la natrice dal collare e l’orbettino. Molto ricca è l’avifauna riproduttiva con varie specie che nidificano nelle cavità naturali e artificiali come: upupa, torcicollo, picchio verde, picchio rosso minore e picchio muratore. Fra i rapaci diurni si riproducono la poiana e il gheppio; tra i notturni l’allocco, il gufo comune e la civetta. Tra i mammiferi sono presenti il lupo, ospite dell’Oasi da alcuni anni, il capriolo, l’istrice, il tasso, la faina.

VISITA E CONTATTI

L’area è aperta tutto l’anno. Sono stati approntati due percorsi da fruire in autogestione, vista la presenza lungo il percorso di frecce indicatrici e pannelli informativi. Dietro richiesta possono essere effettuate visite guidate tutti i giorni per gruppi e scolaresche.

COME RAGGIUNGERE L’OASI

Si raggiunge dalla Strada Statale n. 258 (Marecchiese) imboccando, per chi viene da Villa Verucchio e passato Ponte Verucchio, a sinistra la S.P. n. 15 bis. Dopo circa 950 metri di salita, sulla destra, c’è una strada bianca (appunto Via del Grano) con, all’ imbocco, due statue di capriolo. Dopo averla imboccata, si tiene la destra e, fatti circa 100 metri, si parcheggiano i mezzi e si scende, a piedi, nel cortile di Ca’ Brigida.

Approfondisci+

Pianifica il tuo viaggio

Iscriviti alla newsletter e partecipa alla community

Tienimi aggiornato

Partner

Touring Club Italiano
WWF
Slow Food Italia

Iniziativa in collaborazione con

Ministero della Cultura
UNESCO