Itinerario

L’extravergine del Gargano

in collaborazione con Slow Food Italia

Il Gargano è storicamente terra di grandi oli. I profumati e gustosi extravergini si ricavano qui da olive ogliarola garganica, che danno sentori erbacei e di mandorla fresca, e da olive peranzana o provenzale, che donano note di carciofo e pomodoro verde. Questi meravigliosi oli si possono assaggiare a Rignano Garganico e Apricena. Si prosegue poi verso Carpino. Il piccolo comune non è conosciuto solo per il suo olio: forse è persino più celebre per la piccola fava, tenera e saporita, coltivata ancora da pochi agricoltori. Il giro prosegue quindi a San Giovanni Rotondo: qui si apprezza un blend ricavato da olive leccino, coratina, ogliarola.

Il Gargano è storicamente terra di grandi oli. I profumati e gustosi extravergini si ricavano qui da olive peranzana e ogliarola garganica. La prima, chiamata anche provenzale in quanto importata dalla regione francese nel Settecento, dà un olio dal profumo fruttato, il sapore dolce con note di carciofo, retrogusto di pomodoro verde e mandorla. La seconda dona all’olio un sapore fruttato con note di mandorle e carciofi; intenso e persistente, al gusto risulta piacevolmente amaro, piccante. Questi meravigliosi oli si possono assaggiare a Rignano Garganico e Apricena. Si prosegue poi verso Carpino. Il piccolo comune non è conosciuto solo per il suo olio, anzi è forse più celebre per la fava, tenera e saporita, coltivata ancora da pochi agricoltori in condizioni ideali: i terreni sono infatti calcarei e argillosi, ricchi di azoto. La raccolta si concentra tra i mesi di giugno e luglio ma, una volta essiccate, sono disponibili tutto l’anno. Di dimensioni medio-piccole e con una fossetta nella parte inferiore, la fava di Carpino è verde al momento della raccolta e, con il tempo, diventa di colore bianco sabbia. Il giro prosegue quindi a San Giovanni Rotondo: qui si apprezza un blend ricavato da olive leccino, coratina, ogliarola.

Approfondisci+

Pianifica il tuo viaggio

Iscriviti alla newsletter e partecipa alla community

Tienimi aggiornato

Partner

Touring Club Italiano
WWF
Slow Food Italia

Iniziativa in collaborazione con

Ministero della Cultura
UNESCO