Itinerario

Le eccellenze birraie di Roma e dintorni

in collaborazione con Slow Food Italia

Roma e parte della sua provincia, negli ultimi anni, hanno visto una crescita importante del movimento birraio artigianale. Stili, storie e idee molto diverse ma un sicuro punto in comune: la qualità della proposta. Il giro parte proprio dalla Capitale con birre che non seguono una tradizione particolare ma spaziano dal Belgio agli Usa alle pils e sono confezionate quasi esclusivamente in lattine dalla grafica coloratissima. Spostandosi in zona Eur, gli unici monaci trappisti italiani realizzano una piccola produzione perlopiù di stampo belga. Dall’uscita Via della Pisana del Gra ecco una decina di birre molto luppolate, in buona parte di stampo anglosassone, da gustare in un locale dall’atmosfera calda e goliardica. Uscendo dalla città, si arriva a Bracciano dove gustare ale statunitensi e lager tedesche tra le più interessanti della regione. Il giro si conclude a Formello: che siano semplici o complesse, le birre qui sono tutte di grande equilibrio.

Roma e parte della sua provincia, negli ultimi anni, hanno visto una crescita importante del movimento birraio artigianale. Stili, storie e idee molto diverse ma un sicuro punto in comune: la qualità della proposta. Il giro parte proprio dalla Capitale: a pochi passi dall’uscita Ardeatina del Gra c’è Rebel’s, un’azienda giovanissima e dinamica, portata avanti con talento, passione e tanta voglia di fare. Nell’ampia zona verde, quando il tempo lo permette, è attivo un divertente biergarten in cui un food truck propone piatti fusion di stampo perlopiù orientale. Le birre non seguono una tradizione particolare ma spaziano dal Belgio agli Usa alle pils e sono confezionate quasi esclusivamente in lattine dalla grafica coloratissima e, a tratti, irriverente. Spostandosi in zona Eur, ecco la realtà forse più particolare. Abbazia Tre Fontane è infatti uno dei dodici birrifici al mondo appartenenti all’ordine dei Benedettini Cistercensi della Stretta Osservanza (i Trappisti), l’unico presente in Italia. Si trova all’interno dell’omonima abbazia all’interno del vasto Parco degli Eucalypti che risale al 1870. La piccola produzione è di stampo belga (ne è un ottimo esempio la Tripel aromatizzata con l’eucalipto coltivato in proprio), ma non manca una Ipa destinata a finanziare un progetto di solidarietà in Angola. Dall’uscita Via della Pisana del Gra ecco forse la più classica delle storie a lieto fine che riguardano il mondo dei birrifici artigianali: Eternal City Brewing nasce da un gruppo di amici che, dopo anni di cotte casalinghe, hanno iniziato a pensare in grande. Una decina le birre, molto luppolate perlopiù di stampo anglosassone, da gustare in un locale dall’atmosfera calda e goliardica, dove mangiare anche qualche buon piatto. Uscendo dalla città, si arriva a Bracciano dove Vento Forte è una delle realtà più interessanti della regione. Andrea Dell’Olmo, il patron, è un ingegnere e ha progettato personalmente l’impianto. La gamma è soprattutto incentrata sulle ale statunitensi, ma non mancano lager in puro stile tedesco. Il giro si conclude a Formello, dove Ritual Lab è ormai un punto di riferimento a livello nazionale in termini di qualità, costanza e sperimentazione. Che siano semplici come la Session Ipa o complesse la Double Neipa o la Imperial Stout, le birre sono tutte di grande equilibrio. Da provare sia il raffinato ristorante sia il beer garden per la bella stagione.

Approfondisci+

Pianifica il tuo viaggio

Iscriviti alla newsletter e partecipa alla community

Tienimi aggiornato

Partner

Touring Club Italiano
WWF
Slow Food Italia

Iniziativa in collaborazione con

Ministero della Cultura
UNESCO