Itinerario

La seta di San Leucio

in collaborazione con Touring Club Italiano

Per oltre due secoli le sete di San Leucio hanno impreziosito palazzi nobiliari e prestigiose sedi istituzionali. Oggi i tessuti vengono prodotti con moderni telai e si possono ammirare negli showroom delle seterie. Sono lavorazioni sofisticate ma al tempo stesso rispettose di una tradizione e di metodologie antiche. Le stesse che si possono toccare con mano nel vicino Complesso Borbonico del Belvedere. Magistralmente restaurato, accoglie un delizioso museo con i sorprendenti telai in legno da cui sono nati i tessuti che hanno reso celebre nel mondo questa località.

Lambendo il centro di Caserta si raggiunge in pochi minuti la periferia settentrionale della città, dove sorge il borgo settecentesco di San Leucio. Già all’epoca della sua fondazione, il principale prodotto di San Leucio era – ed è tuttora – la seta, dalla cui lavorazione sono stati ricavati tessuti di altissimo pregio qualitativo e artistico, esportati in tutto il mondo e utilizzati per abbellire residenze nobiliari e istituzioni prestigiose quali il Palazzo del Quirinale, molti edifici del Vaticano e la Casa Bianca. La storia di questa tradizione tessile è illustrata nel restaurato complesso del Belvedere, in posizione panoramica a dominare la città e la valle retrostante, incorniciata sullo sfondo dalla sagoma del Vesuvio. Un grande edificio, preceduto da un piccolo e curato giardino, accoglie gli appartamenti reali e un moderno museo dedicato alla seta: qui si va alla scoperta dell’intero processo di lavorazione, dalla nascita del filo alla tessitura del prodotto finito. Nel museo sono esposti alcuni grandi telai in legno, ancora funzionanti, che venivano controllati mediante un sistema di schede perforate in cartone, innovativo per l’epoca. La realtà della seta continua a rendere questo luogo celebre nel mondo, e la visita prosegue quindi nei laboratori attuali, che riproducono lo stile e la qualità di un tempo ma con macchinari tecnologicamente avanzati. In un ricco showroom si ammira l’estrema varietà delle stoffe, con cui si realizzano tappezzerie e complementi d’arredo, sia classici sia contemporanei. 

Approfondisci+

Pianifica il tuo viaggio

Iscriviti alla newsletter e partecipa alla community

Tienimi aggiornato

Partner

Touring Club Italiano
WWF
Slow Food Italia

Iniziativa in collaborazione con

Ministero della Cultura
UNESCO