Itinerario

La città di Vicenza e le Ville del Palladio nel Veneto: Villa Barbaro a Maser

in collaborazione con Beni Unesco

Il sito è composto dalla città di Vicenza e da ventiquattro Ville Palladiane diffuse nel territorio veneto. Fondata nel II secolo a.C., Vicenza prosperò sotto la dominazione veneziana dall’inizio del XV secolo alla fine del XVIII secolo. L’opera di Andrea Palladio, basata su dettagliati studi dell’architettura classica romana, ha regalato alla città il suo particolare aspetto. Le manifestazioni del suo genio creativo sono presenti in tutta l’area veneta, dimostrando notevole versatilità nell’applicare i suoi principi sia al contesto rurale che a quello urbano.

Le Ville Palladiane di campagna sintetizzano gli aspetti funzionali della gestione delle terre e l’autocelebrazione dei proprietari. La villa realizzata tra il 1549 e il 1558 per i fratelli Barbaro a Maser costituì per Palladio un punto di arrivo importante nella definizione della nuova tipologia di edificio di campagna in cui, per la prima volta, la casa dominicale e le barchesse sono allineate in un’unità architettonica compatta. 

Criterio (i): Vicenza rappresenta una realizzazione artistica eccezionale per i numerosi interventi architettonici di Andrea Palladio, che, integrati nel tessuto storico, hanno impresso alla città un carattere d’insieme unico. Sparse nel Veneto, le numerose Ville Palladiane sono il risultato del genio architettonico di questo maestro del Rinascimento. Le numerose variazioni dello schema della villa testimoniano la sua continua volontà di sperimentazione tipologica con la rielaborazione di modelli di architettura classica.

Criterio (ii): L’opera di Palladio nella città di Vicenza e nel territorio del Veneto, di ispirazione classica e di una purezza formale ineguagliata, ha esercitato un’eccezionale influenza sull’architettura e sull’urbanistica in gran parte dei Paesi Europei e del mondo intero, dando origine ad un movimento destinato a durare per tre secoli, che prende da lui il nome di Palladianesimo.

Criteri di iscrizione previsti dalla Convenzione sulla protezione del Patrimonio Mondiale

Approfondisci+

Pianifica il tuo viaggio

Iscriviti alla newsletter e partecipa alla community

Tienimi aggiornato

Partner

Touring Club Italiano
WWF
Slow Food Italia

Iniziativa in collaborazione con

Ministero della Cultura
UNESCO