Itinerario

Asolo. Atmosfere palladiane

in collaborazione con Touring Club Italiano

Un tour tra splendide ville, ai piedi delle colline asolane, dove la campagna diventa sublime perché a disegnarla è il più nobile degli architetti del paesaggio, Andrea Palladio, che fu chiamato dalle ricche famiglie della Serenissima per erigere le loro dimore fuori città. Ne è un esempio la Villa di Maser che appare sullo sfondo del lungo viale alberato con il suo tipico profilo neoclassico, maestosa e semplice al tempo stesso. Lungo la strada per Asolo, splendide ville e palazzi circondati da giardini all’italiana e vigneti anticipano l’atmosfera colta della cittadina, meta per secoli di artisti, poeti e intellettuali. Mentre le stradine secondarie attraverso la pianura a sud del Piave conducono alla scoperta di Villa Emo, che si erge dietro a grandi alberi in tutta la sua semplice solennità.

Ai piedi delle colline asolane la campagna diventa sublime quando a disegnarla è il più nobile degli architetti del paesaggio, Andrea Palladio (1508-1580), chiamato dalle ricche famiglie della Serenissima per erigere le loro dimore fuori città. Affacciati alle sbarre del cancello in ferro battuto che dà sulla SP 84, la prospettiva del lungo viale alberato di tigli ci introduce nel palcoscenico bianco della Villa Barbaro a Maser, nota come Villa di Maser. La facciata appare sullo sfondo col tipico profilo neoclassico, maestosa e semplice allo stesso tempo. Ai lati si profilano le barchesse e la successione dei portici dove in passato venivano svolti i mestieri agricoli. Funzionalità e raffinata qualità estetica da sempre nobilitano il lavoro della terra e di una cultura rurale molto radicata nel Veneto, che oltre a disegnare il paesaggio oggi regala grandi vini, come il Prosecco Asolo Superiore DOCG, prodotto in diciannove Comuni intorno ad Asolo. La cittadina, ad appena 2 km di distanza da Maser, in passato conquistò il cuore di artisti, letterati e viaggiatori stranieri, che rimasero affascinati da questa località coronata da colline su cui si ergono ville e palazzi di pregiata fattura, circondati da giardini all’italiana e filari di vigne: complici il clima mite e l’atmosfera colta, Asolo divenne meta del Grand Tour. Passeggiando sotto i portici, lungo le stradine in salita fino al castello, si respira il profumo della campagna. Da lassù si domina ogni cosa e sembra che tutto da queste parti sia stato creato per il piacere degli occhi e dello spirito. Poco distante, l’equilibrio delle forme di Villa Emo a Fanzolo di Vedelago è un colpo d’occhio che bisogna andarsi a cercare percorrendo stradine secondarie attraverso la pianura a sud del Piave. Se non ci fosse un cartello turistico a indicarla sembrerebbe impossibile che dietro ai grandi alberi possa nascondersi una reggia tanto maestosa, con l’ingresso sormontato dal timpano nello stile dei grandi templi greci, e all’interno meravigliosi affreschi. Un decoro eccezionale, quindi, per una semplice villa.

Approfondisci+

Pianifica il tuo viaggio

Iscriviti alla newsletter e partecipa alla community

Tienimi aggiornato

Partner

Touring Club Italiano
WWF
Slow Food Italia

Iniziativa in collaborazione con

Ministero della Cultura
UNESCO