Itinerario

Aretino. Dipinti d’autore

in collaborazione con Touring Club Italiano

Passare due giorni nell’Aretino è un’opportunità per indagare le trame d’arte che Giorgio Vasari ha raccontato nelle Vite, tracciando le biografie «de’ più eccellenti pittori». Casa Vasari, per prima, è uno scrigno di pittura affrescato dall’artista nel centro di Arezzo, mentre nella Chiesa di San Francesco ci si tuffa nel gioco di corpi e di sguardi con cui Piero Della Francesca racconta le Storie della Vera Croce. Incuriositi, si va alla ricerca della delicata bellezza della Madonna del Parto conservata a Monterchi, o del celebre affresco della Resurrezione nel Museo di Sansepolcro, città natale dell’artista. Si raggiunge infine Caprese Michelangelo che al Buonarroti deve il nome. Qui si visita il Museo Casa Natale di Michelangelo Buonarroti, rimanendo incantati dai calchi delle sue opere, definite «immortali» proprio dal Vasari.

Compiere un viaggio nel territorio aretino è un’ottima opportunità per indagare la civiltà artistica della Toscana del Rinascimento, luogo dove creatività, natura e bellezza sono armoniosamente coniugate. Le sorprese cominciano nella splendida dimora del pittore, architetto, storiografo d’arte e scenografo Giorgio Vasari, l’aretino che ha segnato l’inizio della storia dell’arte riportando nel suo fondamentale testo Le Vite de’ più eccellenti pittori, scultori e architettori italiani preziose notizie biografiche sugli artisti e una scrupolosa e attenta lettura delle loro opere. La visita ai vari ambienti della sua abitazione è una vera e propria immersione nella pittura manierista del Cinquecento, che celebra il ruolo del pittore attraverso allegorie e soggetti iconografici ispirati al mito e alla Bibbia. L’itinerario prosegue nella Chiesa di San Francesco, dove ci si commuove al cospetto degli affreschi spaziosi, monumentali e rigorosi di Piero della Francesca, il “monarca della pittura” che nella Cappella Bacci ha messo in scena con sapienza luminosa e prospettica le Storie della Vera Croce, uno dei più intensi cicli di pittura murale del Quattrocento italiano. Affascinati da tanto splendore, si va alla ricerca dell’eleganza e naturalezza di Piero della Francesca anche nell’insolita immagine della Madonna del Parto conservata a Monterchi, o nella Resurrezione, affresco custodito nel Museo Civico della vicina Sansepolcro, città natale dell’artista. Ultima tappa del percorso è il Museo Casa Natale di Michelangelo Buonarroti di Caprese Michelangelo, dove si ripercorrono le tappe della vita e delle opere del sommo artista.

Approfondisci+

Pianifica il tuo viaggio

Iscriviti alla newsletter e partecipa alla community

Tienimi aggiornato

Partner

Touring Club Italiano
WWF
Slow Food Italia

Iniziativa in collaborazione con

Ministero della Cultura
UNESCO